Comune di Impruneta

Piazza Buondelmonti n. 41
50023 Impruneta (FI)

Tel. 055 203641
Fax 055 2036438
Num. Verde 800 475701
P. IVA 00628510489

Sei in: "Eravamo giovani in quarantena" - Progetto per la memoria dell'esperienza della pandemia

"Eravamo giovani in quarantena" - Progetto per la memoria dell'esperienza della pandemia.

Stemma del Comune di Impruneta

Scadenza 31 luglio 2020

"Eravamo giovani in quarantena" - Progetto per la memoria dell'esperienza della pandemia.

Il progetto "Eravamo giovani in quarantena", ideato dall'assessore alle Politiche giovanili, Istruzione, Biblioteca e Sport Sabrina Merenda, vuole lasciare traccia di quello che i più giovani stanno vivendo oggi nelle loro case, durante l'emergenza imposta dal Coronavirus.

A futura memoria si vuole creare un archivio di testimonianze di giovani e giovanissimi di Impruneta, dagli 11 ai 28 anni, riferite a questo particolare periodo, che ha costretto tutti ad adattare l'usuale stile di vita a ritmi più lenti, a fare i conti con l'isolamento, la noia e la voglia di movimento, la mancanza del contatto con la natura.
Ognuno può contribuire raccontando l'esistenza stravolta di questi mesi e le strategie messe in atto, cosa ha voluto dire posticipare o rinunciare a qualcosa o farlo in modo diverso, inventandosi modi nuovi di passare il tempo.

Come avverrà la raccolta delle testimonianze? Dalla quinta elementare in poi fino ai 28 anni, studenti o meno - agli adulti del futuro si chiede di inviare la loro creazione via e-mail ad un indirizzo creato ad hoc: memorie@comune.impruneta.fi.it
A conclusione di questo triste periodo verrà costruito un evento ad hoc, un reading in Biblioteca probabilmente, chiamando ogni singolo ragazzo con le proprie famiglie. Durante la Cerimonia di restituzione e confronto, tutte le lettere stampate (ma anche su un supporto in formato digitale) verranno chiuse in una specie di Scatola del Tempo, con inserita una targhetta con l'iscrizione "Eravamo giovani in quarantena, 2020 Impruneta - Fondo Storico". Al suo interno ci sarà anche una lettera scritta dall'assessore con la richiesta di conservazione del prezioso materiale. Tutto questo verrà conservato in Biblioteca e potrà poi entrare nell'Archivio Storico, ricordando ogni nome e riflessione dei giovani partecipanti. Madrina ideale di questo progetto è la maestra di San Gersolè ricorando che in Biblioteca  è conservato il famoso Fondo Maria Maltoni, con i quaderni e i diari del territorio.

Nelle indicazioni di seguito il regolamento e la liberatoria per l'autorizzazione alla resa pubblica delle lettere, cosa che potrebbe essere fatta anche tramite e-book ma sempre senza scopo di lucro.

Regolamento del progetto "Eravamo giovani in quarantena"

  • I partecipanti devono avere dagli 11 ai 28 anni, quindi sono compresi i bambini iscritti alla quinta elementare e che compiono l'undicesimo anno di età entro dicembre del 2020 fino ai giovani che compiono 28 anni entro dicembre 2020;
  • I partecipanti devono essere residenti nel Comune di Impruneta, con due eccezioni. Sono ammessi a partecipate, in deroga, anche i bambini frequentanti l'Istituto Primo Levi di Impruneta oppure i giovani iscritti all'Università degli Studi di Firenze, anche se non residenti;
  • Gli elaborati ammessi sono: lettere, pensierini, aneddoti, frasi, citazioni proprie, acronimi, mappe cognitive, elaborati in Italiano o in Lingua straniera con o senza traduzione.
  • Gli elaborati non dovranno superare le 1400 battute (spazi compresi)
  • dovranno essere inediti e quindi nemmeno condivisi sui social
  • dovranno essere firmati quindi non anonimi.
  • Scadenza per l'invio: 31 luglio 2020
Per chi lo acconsente si richiede un numero di cellulare o un indirizzo e-mail per essere contattati al momento della Presentazione. La lettera/elaborato dovrà essere mandata in allegato (formato .pdf preferibilmente) insieme alla liberatoria firmata e scansionata (allegato disponibile sotto), via e-mail (avente per oggetto il titolo scelto per l'elaborato) al seguente indirizzo di posta elettronica: memorie@comune.impruneta.fi.it
Tutti conservano la proprietà dei diritti, pur consentendo l'eventuale pubblicazione dell'elaborato anche in formato ebook a titolo gratuito sul sito del Comune e alla sua conservazione nell'archivio comunale. Per tali motivi andrà compilata, firmata e inviata la liberatoria insieme all'elaborato.